Al Demo.com incontri con l’innovazione, Earthmine Platform

Earthmine Platform al Demofall2007Da anni è il luogo di incontro tra le aziende più innovative e promettenti del mondo ICT e gli investitori o venture capitalist. Si tratta di DEMO Conference , una manifestazione che ben si distingue tra le tante proprio perchè è interamente dedicata all’innovazione.
L’appuntamento annuale che si svolge in San Diego, impegna non poco gli addetti ai lavori nel pronunciare giudizi sull’effettiva validità  dei progetti e soluzioni presentate ma di sicuro seguire l’evento è utile per comprendere lo scenario futuro del settore ICT.
L`edizione attuale, Demofall2007 ha un’ottimo supporto online, all’indirizzo http://www.demo.com/ è disponibile oltre ad un blog una sezione video dove seguire le presentazioni dei vari progetti prentati a cui si aggiunge una pagina con una specifica scheda descrittiva del progetto.
Quali progetti ritenete interessanti tra i tanti presentati?
Io sono rimasto abbastanza colpito da Earthmine Platform, ovvero la piattaforma per esplorare il mondo ed interagire con esso con visuale panoramica tridimensionale. Non mi sono spiegato vero? Vi invito a guardare il primo video della presentazione del progetto o il secondo su youtube (link)con una demo più esplicita delle funzionalità .

11 commenti su “Al Demo.com incontri con l’innovazione, Earthmine Platform”

  1. Pingback: diggita.it

  2. Un progetto con ottime potenzialità ma molto, molto ambizioso. In questo modo per poter visualizzare il “mondo” sarebbero necessarie milioni di fotografie, per non parlare della complessità del software.

    Certo se ci riuscissero…sarebbe la fine per GoogleEarth…

  3. Sinceramente spero che sia il progetto EarthMine ad avere una maggiore diffusione. Google dovrebbe pensare a organizzare bene i risultati di ricerca, prima di tirare fuori dal cilindro decine di applicazioni che con un motore di ricerca non hanno niente a che vedere. Ovviamente, questa è solo un’ opinione strattamente personale.

  4. @pigrecoemme: grazie per la segnalazione giacomo, è difficile stare appresso a tutti i progetti della grande G e questo mi era sfuggito.

    @frazer: sono d’accordo con te, tra l’altro non mi entusiasma molto l’espansione su tutti i fronti dell’ITC di Google, anzì…

  5. beh, sinceramente sono in disaccordo su quello che pensate di google. penso sia un fucina straordinaria di tutto cio che ruota attorno al web. Basti pensare che ormai si è diffusa su tutte le filiali, anche quelle europee… e visto che x lavorare li occorre avere gli attributi, significa che le cose che partorisce non sono frutto del caso, ne frutto di una persona, ma in un super team… non mi pare abbia fatto cilecca mai mountain view… o mi sbaglio??
    e poi, chi l’ha detto che oltre al motore di ricerca no debba fare altro??

  6. @Teo

    Lungi da me dire che il team di Mountain View non è competente!

    La mia opinione è che, prima di sfornare decine di applicazioni, potrebbero cercare di migliorare i risultati di ricerca. Capita non poche volte di cercare una determinata cosa e di trovare nella prima pagina tutt’altro.

    Inoltre, i nuovi progetti di BigG hanno una diffusione immediata, mentre i progetti che hanno minore visibilità restano all’ombra di un colosso come Google.

    Se entrambe le piattaforme EarthMine e Stree Viewer avessero le stesse potenzialità, dubito che al primo sia data troppa visibilità. Per questo spero che il progetto EarthMine abbia dei veri attributi, così da riuscire ad emergere per le proprie qualità.

  7. quella di sfornare decine di applicazioni come dici tu è una cosa che fa google come societa, ma dietro il nome di google c’è talmente tanta gente che possono tranquillamente occuparsi di tutto e anche di piu.
    Quella dell’information retrieval è sicuramente il punto forte di google e non capisco sinceramente cosa significa che “scrivo una cosa e ne esce un’altra…” c’è dietro un team non solo di sviluppatori, ma di studiosi di ricerca operativa che non si ha nemmeno idea!!! metterla sul personale, con le nostre ricerche non ha senso. il web vero è altro, il motore non siamo noi… e google sa quello che fa.

    google come società e come gente che ci lavora (e non mi riferisco ai catalogatori di siti, quelli pagati a distanza…) è qualcosa di mostruoso.. ti posso dire che c’è gente che sbatte la testa sui libri e sugli algoritmi di ricerca per anni, e mi son bastate poche cnferenze sull’I.R. per capirlo.
    Il motore di ricerca migliora sempre di piu, con tutto che il web cresce a dismisura. penso che il mondo del web gira grazie a loro. il resto siamo noi con la pura normalità.
    questo è il mio pensiero, con molta franchezza 😉

    ma forse son troppo di parte…

  8. Stiamo andando fuori tema, comunque chiarisco quello che intendo dire:

    Google (come società) è spaventoso, penso che nessuno tranne loro sappia quante persone ci sono dietro. Ed è anche vero che gli algoritmi che utilizzano sono qualcosa di tremendamente complesso.

    Detto questo, e fin qui sono pienamente d’accordo con te, ritengo che un motore di ricerca (inteso come servizio web, non come società) debba essere specificamente progettato per le necessità degli utenti, quella normalità che dalle tue parole risulta senza importanza, quella normalità che FA girare il web.

    Ora, la mia opinione è che, dal momento che la forza di Google (come società) nasce proprio dal motore di ricerca, questo dovrebbe essere maggiormente valorizzato.

    Cambiando argomento, se Google e una qualsiasi società B creano un programma qualitativamente identico nello stesso momento, è dato di fatto che quello promosso da Google avrà il sopravvento.

    La mia domanda è questa: perchè non lasciare spazio ad altri progetti su vari fronti dell’ITC e dedicarsi maggiormente allo sviluppo del motore di ricerca che, sebbene sia il più utilizzato al mondo, non è il migliore?

    Questa è la mia opinione, sono gli utenti normali che fanno il web, non le grandi società che vivono grazie ad essi. Poi, la simpatia è soggettiva! 🙂

  9. vi ringrazio davvero per il vostro contributo, ed a teo dico che comprendo la sua ammirazione per Google e per i tanti guru che ne fanno parte, anzi è un’ammirazione che condivido, ma come si fa a non tifare per il topolino che partorisce un’idea brillante nonostante l’ingombrante ombra della grande G.

  10. mi accorgo anch’io che stavo andando fuori tema. cmq concludo in breve:
    – la simpatia è ovviam soggettiva, su questo siamo completam d’accordo 😉
    – sul fatto che non sia il migliore motore di ric non siamo d’accordo, ma rispetto al primo punto credo ci si possa basare su dati oggettivi
    – il fatto che contemporan a google un’altra societa tira fuori un programma identico… beh, è ovvio che google prenda il sopravvento, ma credo che nell’ultimo anno la comunità dei “normali” cioè tutti noi ha tirato cmq fuori dei progetti interessanti, che son cresciuti e diventati famosi.
    – il mio riferimento finale a google significava che google fa girare il web con la sua tecnologia, senza la quale non potevamo noi stessi crescere e diffonderci… parlavo degli studiosi che stanno dietro google, ma volevo dire che non fanno funzionare solo il motore di ricerca, ma tutto quello che producono. a differenza nostra che possiamo essere chi piu chi meno sviluppatori, lì c’è un team che fa la differenza sempre e cmq.

    @fm
    tifo anch’io per il topolino 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.